Fresatrice Makita: scopriamo tutto su questo elettroutensile

Fresatrice makitaIn questo articolo scopriremo tutto ciò che riguarda la fresatrice Makita.
Nell’ordine potrai: constatare le offerte in corso che ti permetteranno di risparmiare sul costo d’acquisto di alcuni modelli di questo brand, valutare le migliori fresatrici Makita, leggere le recensioni e scoprire le caratteristiche delle diverse tipologie. Ci sarà anche spazio per le fresatrici Maktec (nome diverso, ma parliamo pur sempre di un prodotto di marca Makita).
Premesso ciò, adesso possiamo entrare nel “vivo” del nostro articolo.

 

 

Subito ti mostriamo le seguenti offerte che riguardano tre ottime fresatrici Makita. Per approfittarne e per valutare pure la disponibilità dei prodotti, ti basta cliccare sul link “Scopri l’offerta”.

 

Ultimo aggiornamento: 12 dicembre 2018 9:47

 

Migliori fresatrici Makita: recensioni

Abbiamo scritto più recensioni sulle fresatrici Makita e tra i vari modelli davvero validi ne abbiamo scelti tre (uno per ogni tipologia). Nei seguenti sotto-paragrafi potrai intanto leggere una breve presentazione di tali fresatrici Makita, cliccando invece sui link (che ti proporremo durante la lettura) potrai scoprire tutto sull’elettroutensile che più ti interessa.

Miglior fresatrice verticale Makita

La miglior fresatrice verticale del brand è Makita rp0900j il cui unico appunto è quello di non possedere il regolatore di velocità, ma a parte questo è un prodotto altamente efficiente. Soprattutto ne abbiamo apprezzato la maneggevolezza e la struttura ergonomica. Le maniglie soft-grip garantiscono una presa ben salda e confortevole.
E per saperne di più su questo modello puoi cliccare su Makita rp0900j e leggere la nostra recensione.

Miglior rifilatore Makita

Il rifilatore è lo strumento ideale per le finiture e per le rifilature dei bordi. E con il modello Makita Makita RT0700CX3J (clicca per la recensione) non solo si potrà contare su un prodotto di indiscussa qualità, ma in più avrai a disposizione ben 4 basi che ti consentiranno un uso davvero versatile dell’utensile.
Dello stesso modello è possibile scegliere anche la versione con tre basi, la fresatrice Makita RT0700CX2J (come vedi il nome è il medesimo, cambia solo il numero 2 al posto del numero 3).

Miglior fresatrice lamellare Makita

Tra le fresatrici lamellari consigliamo la Makita PJ7000 che oltre ad esser stata realizzata con materiali di qualità, vanta un comodo sistema one-touch che consente di regolare la profondità di fresatura con un semplicissimo gesto. Inoltre, per rendere l’utilizzo della fresatrice ancora più semplice, sono state già preimpostate 6 posizioni per poter realizzare i “biscotti” più comuni.
Se interessato a saperne di più, puoi leggere la nostra recensione cliccando su Makita PJ7000.

 

Fresatrice verticale Makita: le caratteristiche

La fresatrice verticale Makita offre un’importante quanto confortevole  caratteristica. Infatti, piuttosto che dover maneggiare le ruvide maniglie della tua fresatrice verticale, Makita vanta il sistema soft grip, ossia: le impugnature sono morbide.  Inoltre, la fresatrice verticale Makita vanta un deflettore capace di proteggere da trucioli e polvere.
Altra caratteristica che amano i suoi possessori, è il fatto che sia leggerissima e silenziosissima. L’avvio è “soft” senza contraccolpi e sia la velocità che la profondità sono regolabili.

 

Fresatrice lamellare Makita: le caratteristiche

Per delle giunzioni precise meglio affidarsi alla fresatrice lamellare Makita. Piccola, ergonomica e dotata di regolazione della profondità e di leva di inclinazione regolabile su più posizioni. Presente pure il blocco lama. E grazie al comodo sacchetto raccoglipolvere la zona di lavoro è più pulita.
E se vuoi scoprire i diversi modelli in commercio, puoi cliccare qui e confrontare i prezzi.

 

Rifilatore Makita: le caratteristiche

Per i lavori di precisione (come magari smussare i bordi) il miglior elettroutensile è il rifilatore. Spesso scambiato per “fresatrice verticale”. In realtà nonostante nelle sembianze certi modelli vi somiglino, i rifilatori sono però più piccoli e leggeri. Si possono tranquillamente utilizzare con una mano e sono quindi più manovrabili (ma meno potenti).
Makita in questo campo si è davvero superata con dei prodotti davvero super. Uno tra questi è senza ombra di dubbio Makita 3709. Con altri due modelli Makita si è superata sopratutto per ciò che riguarda gli accessori e la versatilità di utilizzo, visto che tramite delle apposite basi in dotazione sarà possibile eseguire diversi tipi di lavori. Si può passare dal classico utilizzo ad immersione ad un utilizzo con taglio inclinato e non solo.
I rifilatori di cui parliamo sono Makita RT0700CX2J (3 basi) e Makita RT0700CX3J (4 basi). E anche possible acquistare il modello senza le ulteriori basi, ovvero Makita RT0700C (noi consigliamo le versioni più accessoriate).

 

Fresatrice Maktec: è sempre Makita

No, non stiamo parlando di tutt’altro prodotto o marchio, ma sempre della multinazionale Makita che vende anche con il nome Maktec. Potremmo definirla come una sottomarca della Makita, ma ci permettiamo l’onere di dire che la fresatrice Maktec non è un prodotto di secondo piano. Come dimostrano i modelli Maktec mt361Maktec mt362.

 

Fresatrice Makita: il rapporto qualità prezzo è eccellente

Considerando l’elevata qualità che riesce ad offrire la fresatrice Makita e i prezzi dei modelli che non sono per nulla spropositati, possiamo di certo affermare che tale brand commercializza delle elettrofresatrici dall’eccellente rapporto qualità prezzo. E cliccando qui puoi scoprire tutte le fresatrici Makita ancora disponibili e i relativi prezzi (oltre alle valutazioni fornite dagli utenti che le hanno già usate).

 

Makita: cenni di storia

Makita nasce nel 1915. All’epoca si presentava solo come l’officina di Masaburo Makita. Officina che si occupava della riparazione dei motori elettrici e dei trasformatori, oltre che della loro vendita. Incomincia a progredire notevolmente nel 1958, quando guidata da Juiro Goto realizza la prima pialla giapponese. Questo è stato il decisivo passo verso il successo che tuttora riscontra. In Italia la prima sede è stata fondata nel 1974.