Fresatrice verticale: i modelli consigliati e tante altre utili informazioni

fresatrice verticaleLa fresatrice verticale ha una caratteristica che la rende molto appetibile sul mercato, ovvero: la precisione.
Con la fresatrice verticale potrai compiere lavori di precisione lavorando su sculture, ad esempio, cosa impossibile con una elettrofresatrice orizzontale. Potrai lavorare su bassorilievo, eseguire delle decorazioni, scanalare, forare, mascherare, fare degli incastri, rifinire, sagomare seguendo un determinato disegno e creare piccoli oggetti.
Di certo è un elettroutensile che permette una facile lavorazione del legno.
Premesso ciò, anticipiamo che in questo articolo ci occuperemo di mostrarti delle interessarti offerte, di consigliarti i modelli migliori e di aiutarti nella scelta finale (e non solo).

 

Vuoi risparmiare? Allora ti consigliamo di dare un’occhiata alle offerte in basso che ti permetteranno di acquistare le seguenti fresatrici verticali ad un prezzo più vantaggioso.

 

Ultimo aggiornamento: 12 dicembre 2018 21:45

 

Fresatrici verticali: i consigli d’acquisto

Sai già tutto sulle fresatrici verticali e, quindi, sei solo interessato ad acquistare un modello affidabile?
Allora nei sotto-paragrafi avrai l’opportunità di scoprire delle ottime e affidabili fresatrici verticali (le abbiamo suddivise in base all’ambito di utilizzo, se hobbistico o professionale). Di tali modelli potrai leggere pure delle recensioni approfondite.

Fresatrice verticale fascia di prezzo bassa  consigliamo Bosch pof 1400 ae

Tra le fresatrici verticali adatte ad un uso hobbistico e in grado di garantire elevate prestazioni anche in questo ambito, consigliamo la Bosch pof 1400 Ace. Modello dotato di illuminazione led che consente di vedere in modo chiaro la zona di lavoro in ogni situazione. Fresatrice dotata del regolatore di velocità (numero giri al minuto variabile da 11000 a 28000) e può essere utilizzata con frese da 6 mm e da 8 mm.
Per le ulteriori informazioni su questo elettroutensile e per scoprire anche il prezzo, clicca su Bosch pof 1400 ace.

Fresatrice verticale fascia di prezzo media: consigliamo Triton mof001

Salendo di prezzo consigliamo la fresatrice Triton mof001. prodotto non solo dotato del regolatore di velocità, ma è anche molto apprezzata per essere maneggevole e per l’avvio soft (nessun contraccolpo in partenza). Si può naturalmente utilizzare su un banco e per evitare che questo utilizzo possa comportare l’ingresso eccessivo della polvere nell’alloggiamento del motore, sono presenti delle prese di ventilazione laterali. Quindi, un prodotto non solo di qualità ma anche longevo.
E per saperne di più leggi la recensione completa cliccando su Triton mof001.

Fresatrice verticale fascia di prezzo medio-alta: consigliamo Cmt7e

Solo un po’ più costosa ma decisamente più potente della fresatrice Triton descritta in precedenza. Ci riferiamo alla Cmt7e (precisiamo che Cmt e Triton sono lo stesso brand).
Mentre la Mof001 vanta una potenza di 1400 watt, la fresatrice Cmt7e (clicca sul link per scoprire tutte le caratteristiche e il prezzo) vanta una potenza di ben 2400 watt. Insomma, è un vero portento.

 

Come scegliere una fresatrice verticale?

Se non sei molto ferrato su questo argomento o semplicemente vuoi saperne di più per evitare di fare delle scelte sbagliate, ti consigliamo di leggere questo approfondimento. Come potrai vedere, dalle domande e dalle conseguenti risposte riuscirai a capire quale caratteristica attenzionare maggiormente nella scelta finale.

Quanto deve essere potente?

Più la fresatrice è potente e maggiore sarà il materiale che potrai fresare. Per un uso hobbistico si può optare per una potenza poco superiore ai 1000 watt (proprio ciò che offre la Einhell rt ro 55) mentre a livello professionale meglio non scendere sotto i 1400 watt. Queste, però, sono solo indicazioni generali, la scelta finale dipende, come detto inizialmente, dalla quantità di materiale da fresare.

Con o senza variatore di velocità?

La maggior parte dei modelli in commercio vanta il variatore di velocità, visto che tale caratteristica permette di lavorare in modo ottimale su diversi tipi di materiali (scegliendo per l’appunto l’adeguata velocità di volta in volta). Tuttavia se il tuo lavoro è piuttosto “abitudinario” e tratti solo un determinato materiale e usi solo un certo tipo di frese, potresti anche scegliere un modello a velocità fissa, come ad esempio Makita rp0900j.

Diametro attacco utensile: 6, 8 o 12 mm?

Scegliere una fresatrice con pinza da 6 mm se si devono eseguire lavori meno impegnativi e su materiali non particolarmente duri. Scegliere pinza da 8 mm per compiti già più complicati (molti modelli consentono fin da subito l’utilizzo sia di frese da 6 mm che da 8 mm). Mentre le pinze da 12 mm danno una maggiore stabilità ma devono essere utilizzate con elettrofresatrici potenti (meglio se con potenza superiore ai 2000 watt, come la performante Triton tra001, che tra l’altro sarebbe la Cm7e).
Specifichiamo che ogni modello, con le dovute modifiche, può ospitare tutte e tre le diverse pinze. Tuttavia, meglio prima valutare le caratteristiche della fresatrice, visto che (come anche detto) per pinza da 12 mm vi è la necessità di avere una fresatrice potente per eseguire al meglio i lavori (quindi già 1200 watt non andrebbero bene).

Con o senza led?

Qual è il vantaggio del led?
Quello di poter illuminare la zona di lavoro. Così, al di là dell’illuminazione esterna, non avrai mai problemi di visibilità. Tale caratteristica è ad esempio presente nell’ottima fresatrice verticale Bosch pof 1400 ace.

 

Fresatrice verticale: prezzi sia bassi che alti

Nel nostro girovagare di informazioni abbiamo spiegato che la fresatrice verticale permette di lavorare al meglio il legno, abbiamo parlato di come sceglierla e dei modelli migliori e adesso ci concentreremo solo sull’aspetto economico.
Se il tuo è solo un hobby, in commercio ci sono tanti modelli davvero economici [come puoi vedere qui] che ti permetteranno di avere la tua personale fresatrice verticale senza spendere cifre troppo elevate. Per i professionisti c’è ovviamente la necessità di puntare a prodotti più performanti e quindi più costosi (tra i modelli professionali, ad esempio, consigliamo Bosch gof 1600 ce).

 

Fresatura verticale: il procedimento

La fresatura verticale altro non è che il procedimento adottato dalla fresatrice per agire sul materiale da te scelto per la lavorazione.
Giusto specificare, innanzitutto, quali sono i componenti che compongono una fresatrice verticale, ovvero:

  • Motore: semplicemente il “cuore” della fresatrice,
  • Mandrino: dispositivo meccanico dove è situata la fresa,
  • Fresa: la punta utilizzata per la fresatura.

Il motore nella fresatrice verticale assume la forma cilindrica e poggia su una base piatta, collegata grazie a due colonne in acciaio. Quest’ ultime permettono al motore di agire in modo verticale (solo alzandosi e abbassandosi), nessun altro tipo di movimento. Le stesse colonne all’interno custodiscono delle molle, che fanno restare in posizione rialzata la fresatrice. Così, in fase di lavorazione, dovrai solo spingere verso il basso, grazie alle due comode impugnature che si trovano ai lati dell’elettroutensile.
Questo in sintesi il processo di fresatura verticale. Molto semplice in pratica, ma ci vuole sempre e comunque molta attenzione, perché non dimenticarti mai, che questi elettroutensili compiono più o meno ben 20000 giri al minuto. Quindi, massima attenzione sempre.

 

Come usare la fresatrice verticale?

Innanzitutto, non usarla per ricattare il tuo datore di lavoro per avere un aumento dello stipendio. Dopo questa premessa, ti spieghiamo in sintesi come usare la fresatrice verticale.
Avrai già un po’ capito dal processo di fresatura verticale, come agisce la fresatrice. Basta impugnare le due maniglie per operare con precisione, ma quello che ancora non ti abbiamo spiegato, è che prima devi impostare la profondità desiderata.
E come?
Tramite l’apposita astina graduata. In modo che la fresatrice verticale scenda fino alla profondità che vuoi tu.
Altro accorgimento da tenere in considerazione: il pulsante per bloccare l’albero motore non deve essere pigiato a piacimento, ma solo in caso di bisogno, quindi solo per rimuovere o inserire le frese.
La fresatrice verticale come molti elettroutensili, è dotato di un sistema di sicurezza, quindi, prima di avviarlo con l’apposito pulsante di accensione, bisogna pigiare quello di blocco, così una volta sbloccata, potrai accenderla. Il pulsante di blocco è sicuramente molto importante, visto che evita spiacevoli e involontarie accensioni della fresatrice verticale.